Tecnologia per le nostre farine selezionate

Il grano Monococco

Antichissimo, genuino e salubre

Proteico

Proteico

Il suo carico di proteine unico nel genere. I nostri monococchi vantano queste proprietà.

Resistente

Resistente

La robustezza e rusticità consentono di coltivarlo anche su impervi terreni di montagna.

Digeribile

Digeribile

Il suo apporto di fibre lo rende estremamente facile da digerire. Non ci sono paragoni.

Storia e genuinità

Risalente addirittura al Neolitico, questo grano ha nutrito le prime popolazioni per millenni. Oggi torna sulle nostre tavole

Non c’è bisogno di aprire un libro di storia per sapere che i primi uomini sulla terra fossero perlopiù nomadi e che si nutrissero di selvaggina. Solo 12500 anni fa, le popolazioni scoprirono che, grazie al grano, avrebbero potuto diventare stanziali. E il Monococco fu la chiave di questa trasformazione.

Poco interessati alla resa per ettaro o a concetti come la produttività, questi agricoltori primordiali capirono ben presto che il grano monococco avesse particolari proprietà organolettiche, risultando eccezionalmente gustoso. Insomma: i nostri antenati avevano compreso con largo anticipo quanto la qualità fosse più importante della quantità.

Il monococco, quindi, si diffuse ampiamente e si attestano coltivazioni, perfino sulle Alpi Italiane, risalenti a 3000 anni fa. Fu solo dopo la caduta dell’Impero Romano, che si affacciarono sui terreni italiani altre varietà di grano, meno resistenti, meno genuine, ma che assicuravano una resa migliore, pur avendo qualità inferiori.

Storia del grano Monococco
Grano Monococco nel medioevo

Noi di Agroservice Spa, grazie al supporto della nostra società di ricerca e sviluppo interna (Isea), abbiamo perciò voluto proseguire il lavoro del genetista Norberto Pogna riscoprendo le particolari potenzialità del grano di monococco.

Nelle sue varietà, offre un apporto glicemico più basso, un indice glutinico ridotto, e perciò digeribile anche dalle persone che presentano problemi di intolleranze alimentari, ma è fonte di moltissime proteine. E, da queste varietà selezionate, abbiamo fatto nascere una serie di piantagioni, che abbiamo coltivato nel pieno rispetto della terra, rianimando cultivar su territori impervi, per ottenere i chicchi con cui produciamo le nostre farine.

Anni fa

Il grano monococco veniva coltivato per nella Mezzaluna fertile.

Varietà

riscoperte Grazie al nostro processo di ricerca e al contributo di Isea.

Farine diverse

Ricavate dalla macina a pietra di questo grano antico e genuino.

Metri quadri coltivati

Ospitano la produzione tra cui questo grano pregiato e salutare.

Slide New Layer Spighe farine VerdiTerre PhD. Responsabile R&S Sofia Ghitarrini Farine VerdiTerre Ceci Sfondo verde Sofia Ghitarrini, PhD. Responsabile R&S Parola all'esperta Attraverso le nostre attività di ricerca riusciamo a coniugare innovazione e sostenibilità, trovando soluzioni ottimali per l’agricoltura e l’alimentazione del prossimo futuro. Valutiamo attentamente tutte le caratteristiche delle nostre linee vegetali, e solo le migliori diventano le nostre nuove varietà.
Lavoriamo su moltissime specie di interesse agrario (principalmente cereali e legumi), e riteniamo che al giorno d’oggi il grano monococco sia tra le più interessanti, per la sua estrema adattabilità a diversi ambienti e per le sue caratteristiche nutrizionali uniche.

Processo di crescita grando Monococco